Partecipazione  & Concorso

InCenni storici

Mostra Modellistica Abbiatense

28 Febbraio - 6 Marzo 2016

Mostra Modellistica Abbiatense

28 Febbraio - 6 Marzo 2016

 

Mostra Modellistica Abbiatense

28 Febbraio - 6 Marzo 2016

Mostra Modellistica Abbiatense

in attesa della edizione 2018

 

 

 

 

 

 

 

Home
Contatti.htm
Partecipazione.htm
Accoglienza.htm
Storia.htm
Gallery e Stampa.htm
Premi.htm
Ringraziamenti.htm

 

 

 

Le rimanenze dell'antico Mastio del Castello abbiatense sono un punto di riferimento della Città, preludio al centro storico che ha mantenuto le antiche caratteristiche geografiche. Le sue origini risalgono al 1200 in epoca Torriani, più volte modificato ed adattato alle progressive esigenze militari e residenziali. A partire dalla metà del 1300 Azzone Visconti lo dona alla moglie Bianca di Savoia, nel 1381 Gian Galeazzo Visconti lo modifica profondamente. Qui nasce il suo primo genito Giovanni Maria a cui succede il fratello.  L'ultimo Visconti: Filippo Maria lo adatta a residenza lussuosa con tanto di Giardino pensile. Dalla metà del quattrocento il Ducato Sforza: FrancescoI, Galeazzo Maria lo frequentano, poi il Moro e successivamente il declino fino alla fine del seicento al culmine del quale la decisione spagnola della demolizione. Fortunatamente la somma stanziata e le difficoltà fecero trattenere quanto rimasto da parte del demolitore permettendoci di vedere quello che oggi esiste. Una serie di passaggi di mano, uso e destinazione hanno caratterizzato gli anni successivi fino a quando l'Amministrazione comunale non lo ha destinato definitivamente a Biblioteca. All'intermo molti interessanti parti da osservare: le rimanenze degli affreschi che riportano la frase ABON DROIT dedicata alla famiglia Visconti, alcune rimanenze grafiche nella zona detentiva al livello della merlatura risalenti alla metà del quattrocento ed i sotterranei, ultima parte restaurata. Nel cortile la parte centrale di una colonna miliaria romane risalente al periodo costantiniano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche in questo caso una immagine dal tratto infantile conferma aspetto del Mastio con le quattro torri poi perse...